Venezia e la sua laguna

Il Sito Patrimonio Mondiale UNESCO comprende la città di Venezia e la sua laguna, situate nella Regione Veneto, nell’Italia nord-orientale.
Fondata nel V secolo e sviluppatasi su 118 isolette, nel X secolo Venezia era già divenuta una grande potenza marittima. L’intera città è uno straordinario capolavoro architettonico in cui anche il più piccolo edificio ospita opere di alcuni dei più grandi artisti al mondo, da Giorgione a Tiziano, Tintoretto, Veronese e altri.
In questa laguna di 50.000 km2, natura e storia sono strettamente collegate da quando nel V secolo d.C., per sfuggire alle incursioni barbariche, le popolazioni venete trovarono rifugio nelle isole sabbiose di Torcello, Jesolo e Malamocco. Questi insediamenti temporanei gradualmente divennero permanenti e le isole che avevano dato iniziale asilo a contadini e pescatori della terraferma divennero un potente stato marittimo. Durante tutto il periodo dell’espansione della Serenissima Repubblica, nel corso dei secoli in cui fu costretta a difendere i propri mercati e commerci dalle mire espansionistiche di Arabi, Genovesi e Turchi Ottomani, Venezia non cessò mai di consolidare la propria posizione in laguna.
Su un piccolo arcipelago in questo mare interno la cui esistenza è continuamente minacciata, a pochissima distanza dalle coste su cui s’infrangono le onde del mare, sorse uno dei più straordinari centri abitati del Medioevo. Da Torcello al nord fino a Chioggia a sud, quasi tutte le isole, anche le più piccole, avevano il proprio insediamento, fosse esso un borgo, un villaggio di pescatori o un centro artigianale (Murano). Tuttavia, nel cuore della laguna, Venezia si ergeva come una delle più grandi capitali del mondo medievale. Dopo che il gruppo di isole che ne erano all’origine fu consolidato e organizzato in un unico sistema urbano, nulla rimase della originaria topografia, se non i canali, come il Canale della Giudecca, il Canale di San Marco e il Canal Grande, e una rete di rii di piccole dimensioni che sono le arterie vere e proprie di una città d’acqua.
Il paesaggio di Venezia e della sua laguna è il risultato di un processo dinamico che illustra l’interazione tra l’uomo e l’ecosistema del suo ambiente naturale nel corso del tempo. Gli interventi antropici testimoniano elevate capacità tecniche e creative per la realizzazione delle opere idrauliche ed architettoniche. L’inestimabile valore del patrimonio culturale accumulatosi, nella laguna, per molti secoli, è testimoniato dal rinvenimento di importanti insediamenti archeologici nell’area di Altino e in altri siti dell’entroterra lagunare, che costituivano rilevanti nodi di comunicazione e scambi commerciali.
Venezia e la sua laguna formano un tutt’uno inseparabile, di cui la città di Venezia rappresenta il cuore storico pulsante, nonché un’opera d’arte senza eguali. L’influenza di Venezia sullo sviluppo dell’architettura e delle arti monumentali è stata considerevole.

Documentazione

  • far fa-file
  • Sito Web

    WHC